Liberazione della memoria emozionale

Seminario esperienziale di Metamedicina

Rabbia, dolore, ansia, crisi di panico, insicurezza, paura del giudizio, disagio, malesseri, malattie fisiche che vanno e vengono o che arrivano e restano...

A chi non è mai capitato di sentirsi almeno una volta nella vita triste, scoraggiato, sopraffatto, tradito, svalutato, criticato, giudicato, rifiutato, solo, non amato?

Certo, a volte le circostanze della vita ci portano a sentirci così...ma se fosse anche un discorso di...programmazione?

Possiamo paragonare il cervello umano a un computer che riceve continuamente informazioni, le elabora, le archivia, le comunica ad altri centri e invia ordini adeguati.

Il cervello limbico (anche detto cervello emozionale) è considerato il perno del cervello, in quanto luogo di transizione tra la neocorteccia e l'ipotalamo.

Il cervello limbico interviene a tutti i livelli dell'elaborazione dell'informazione: all'inizio, all'entrata dell'informazione (filtra quanto dev'essere inoltrato direttamente alla materia grigia o ciò che richiede un'azione immediata), nel momento di agire (fornisce la motivazione per l'azione poi messa in atto dall'ipotalamo, che si servirà del sistema neurovegetativo e del sistema endocrino per agire sugli organi) e in ultimo archivia nella cosiddetta "memoria emozionale" la conclusione a cui è giunta la materia grigia e l'azione decretata; questa conclusione verrà memorizzata come gradevole, quindi ripetibile, o come sgradevole, quindi da evitare.

Le emozioni inscritte nella nostra memoria emozionale ci portano spesso a rivivere schemi ripetitivi.

Il partecipante è accompagnato a scoprire quali esperienze passate influenzano ancora la sua vita, causando scenari di sofferenza e quindi a liberarsene.

L’animatore aiuterà il partecipante, anche attraverso il racconto della sua esperienza personale, a capire e prendere consapevolezza di quali situazioni passate possono averlo fatto soffrire e che ancora oggi la fanno da padrone. Infine lo aiuterà a liberarsene tramite il processo chiamato di "liberazione della memoria emozionale".

Alla fine del seminario il partecipante sarà in grado, qualora lo volesse, di utilizzare gli strumenti appena appresi in piena autonomia.

Il corso è rivolto a tutti coloro che desiderano capirsi e prendere consapevolezza di alcuni loro atteggiamenti e malesseri.

Questo seminario è anche il primo passaggio del percorso formativo per diventare operatori di metamedicina.

seminario metamedicina lme

 

Durata: 2 giorni e mezzo
dal Venerdì pomeriggio alla Domenica

Numero partecipanti: entro i 15

Dove: Bologna e Milano
per altre città visita questa pagina

Costo: 340€

Sconti: 290€ a persona per coppia

La Métamédecine n’a pas la prétention de remplacer les soins d’un médecin traitant, d’un thérapeute ou d’un psychiatre. Par contre elle peut se révéler très efficace dans l’accompagnement de la personne sur son chemin d’évolution. Elle vise davantage à une introspection de la personne qui consulte et favorise ainsi une meilleure collaboration entre un patient et son médecin. Les consultants en Métamédecine ne posent pas de diagnostics, ne prescrivent pas de médicaments et ne se substituent en aucun cas au corps médical de référence. Les consultants en Métamédecine sont formés notamment à l’écoute en profondeur des personnes qui les consultent. En utilisant les clefs de la Métamédecine, ils guident la personne à prendre conscience de la cause des déséquilibres émotionnels, physiques et mentales qui l’habitent, de s’en libérer et à retrouver l’harmonie en soi.